Il primo ricordo che ho di Roma non è una piazza, una via, un monumento o un episodio, ma una casa. Una casa con dentro una famiglia. Ricordo il divano di quella casa, ricordo la sensazione di familiarità quando mi ci sono seduta la prima volta, ricordo la donna che si è seduta al mio fianco e che subito mi ha fatta ridere. È un ricordo un po’ sbiadito, avrò avuto tre anni forse, ma per me Roma sarà sempre quella casa, quella sensazione, quella risata.

Sono stata a Roma tante volte negli anni, ma nonostante ciò non ne ho vista nemmeno un terzo. Tolte le tappe fondamentali del turista classico, di Roma non conosco molto e, molti di voi rabbrividiranno al pensiero, non sono interessata a conoscerla tanto di più. Perché? Perché per me Roma è troppo, grande, caotica, difficile, misteriosa. Troppo. Per me Roma sono le persone, quel pezzo di famiglia che ogni volta ritrovo, gli amici che ci si sono trasferiti a vivere.

Leggendo Tutte le strade di Federico Longo (ed. La Tana del Bianconiglio), il libro protagonista di questo #leggiAMOlo, ho avuto modo di vedere Roma in un modo nuovo e inaspettato che, lo confesso, nonostante alcune difficoltà iniziali, mi è piaciuto. L’autore racconta Roma con gli occhi di un forestiero che ci vive e che cerca ogni giorno di adattarsi ai suoi ritmi senza stravolgere le proprie abitudini e la propria personalità. Attraverso una serie di racconti brevi e grazie aduno stile unico e diretto, come piace a me, Federico parla di Roma mostrando particolari che solo chi la vive senza esserci nato riesce a notare. Le facce, gli odori, i modi di fare, i luoghi nascosti e sconosciuti ai più.

#leggiAMOlo Tutte le strade

Cosa mi è piaciuto – Lo stile sicuramente. Chiaro ma abbastanza originale da costringerti a fare un piccolo sforzo di lettura. Descrizioni brevi e concrete, mica quei pipponi che si leggono ultimamente in romanzi super sponsorizzati. Il punto di vista su Roma poi, unico, soggettivo e sincero.

Cosa non mi è piaciuto – Sono abituata a libri che mi tengono ancorata li fino alla fine, quelli che ti fanno dire ancora una pagina, vediamo che succede. Ecco, questo un po’ mi è mancato.

Voto – 7. Una bella guida di Roma per chi Roma crede di conoscerla.

Qui sotto i due link alle recensioni di Valeria e Simona, di certo più complete della mia, come sempre.

http://www.robedamamma.it/2015/10/28/leggiamolo-tutte-le-strade-di-federico-longo/

http://saleeparole.weebly.com/parole/tutte-le-strade-federico-longo-leggiamolo

***

Veniamo ora all’annuncio del prossimo #leggiAMOlo: chi poteva essere se non Ammaniti con il suo nuovo Anna?