“Dai  il buon esempio” è una frase che mi ripeto come un mantra da qualche settimana nella speranza di riuscire a correggere alcuni atteggiamenti della piccola e riparare ai miei errori. Parliamoci chiaro, quanto è difficile dare davvero il buon esempio? Quanto è difficile per un genitore essere un buon modello da seguire? Dovrebbe essere facile visto che siamo adulti educati e rispettosi, ma nella quotidianità vi assicuro che è un’impresa difficilissima.

Come posso farle capire che urlare è sbagliato se io per prima glielo dico urlando? Una delle scene più tipiche in casa nostra vede me che urlo ad Anita di non urlare. Fail.

Come posso limitarle il consumo di dolci se io per prima a colazione mi concedo un cucchiaino di Nutella? (Che poi son 4, va beh). Mi ricordo quando mio padre mangiando Nutella diceva a me “La Nutella no perché fa male”.

Come posso educarla al rispetto dell’ambiente se non faccio SEMPRE attenzione alla raccolta differenziata? Perché diciamocelo, quanto è palloso separare l’umido dall’indifferenziato?

Dai il buon esempio Giovanna, dai il buon esempio. Educa tua figlia attraverso di te, mostrale le cose giuste da fare e circondala di modelli positivi.

E allora eccola qui la mia piccola donna testarda, con il suo pettorale appuntato sulla maglietta, la faccia contenta di chi scopre cose nuove e l’energia di chi ha paura dell’ignoto a comunque si fida di te.

buon esempio

IMG_6799

Ed eccola a metà percorso (2,5 km) stanca e lamentosa ma tenace. Non c’è stato bisogno che la prendessi in braccio, non perché io non volessi, ma perché lei non l’ha mai chiesto. Voleva tornare indietro a quel punto, ed è li che ho capito quanto fosse importante darle il buon esempio: tornare indietro è sempre più facile che andare avanti, ma per vincere bisogna stringere i denti e continuare, un passo dopo l’altro. Non importa quanto siano lunghe le tue gambe e quanti passi ti serviranno per arrivare alla meta, l’importante è continuare a mettere un piede davanti all’altro. 

sport

E sapersi godere le proprie conquiste.

sport

“Mamma, ce l’ho fatta! Sono stata bravissima!”

Sì amore, sei stata bravissima e come spesso accade, sei tu che insegni qualcosa a me.

***

Per la cronaca, qui è dove mi dice che devo correre e non camminare. Ehm…

corsa