Sto lavorando su me stessa, ve l’ho detto, e sull’obiettivo di ottenere un corpo sano e in forma. Oltre al fitness cerco di stare più attenta all’alimentazione seguendo quella che ho battezzato “Dieta del buonsenso”. In cosa consiste? Poco di tutto, tanta verdura e frutta, zero fritti, addio a dolciumi confezionati, pasta e riso due volte a settimana, zero latte e zero caffè, tanta acqua. Ovviamente non vale per tutti, ma se tutti utilizzassimo un po’ di buonsenso, sapremmo con certezza cosa ci fa bene e cosa ci fa male.

Comunque, in questo mio nuovo regime alimentare, ci sono 5 cose che faccio quotidianamente e che mi aiutano a restare in carreggiata:

1. bere té e tisane due volte al giorno aiuta ad aumentare l’apporto di liquidi. Io ho scelto tre tipi di té aromatizzati ai quali non aggiungo zucchero o latte: al cioccolato o alla vaniglia per la colazione, o per soddisfare la voglia di dolce, e uno affumicato da gustare durante il pranzo o la cena;

2. unire il dolce al salato preparando insalate miste di frutta e verdura. La mia preferita è finocchio, arancio, mela e olive. Le combinazioni sono tantissime e ognuno può creare la sua insalata a seconda dei suoi gusti. Oggi per esempio ho insalata verde, carote, arancio, mela e bacche di goji. Una fetta di pane integrale e sono a posto per circa 4 ore. Non solo, anche la voglia di dolce è soddisfatta!

Credits: Flickr Chiot's Run

3. spuntini, almeno due. A metà mattina una tazza di té con un frutto o 3 grissini, a metà pomeriggio crackers oppure uno yogurt. Non nascondo che qualche pomeriggio mi concedo anche un gelato, piccolo.

4. non pesarsi troppo spesso. Decidere un giorno della settimana e pesarsi una volta a settimana allo stesso giorno e alla stessa ora. Se mi peso tutti i giorni mi deprimo e se lo faccio a distanza di settimane non mi ricordo il peso precedente e non vedo risultati. Comunque sia, il top sarebbe non pesarsi affatto ma misurarsi con i vestiti. È per questo motivo che custodisco nell’armadio un paio di skinny del 2006 e non serve dire che non li tocco dal 2007.

5. piatti piccoli ma pieni appagano l’occhio, la mente e lo stomaco. Certo, se ne prendete due non vale.

Prima di concludere, voglio rivelarvi quello che secondo me è IL SEGRETO: la dieta non va chiamata DIETA, ma REGIME ALIMENTARE o NUOVO STILE DI VITA. Tutto sarà più facile, provare per credere!

Con questo post intendo supportare me stessa, tutte le amiche in preda a crisi isteriche per la prova costume e tutte le partecipanti al progetto Posso Farcela!, l’iniziativa promossa da Chefaro e che vede 20 donne impegnate in un percorso di 8 settimane volto a ritrovare il benessere e la forma fisica attraverso la sana alimentazione e l’attività fisica. Attraverso la pagina Facebook ufficiale del programma potrete seguire i loro progressi e incoraggiarle a raggiungere l’obiettivo! Forza ragazze, so che ce la farete!

Posso farcela