Non sono mai stata una grande viaggiatrice, ho sempre dato la colpa alla scarsità di soldi (che persiste tutt’ora), ma devo anche ammettere che se viaggiare fosse una grande passione, probabilmente i soldi e il modo per farlo li avrei trovati. E invece niente, pochi viaggi e poche mete, troppo poche, e la lista delle città da vedere si allunga sempre di più. Non sono mai stata a Parigi, Berlino, Amsterdam, Stoccolma, Madrid, Los Angeles, ma neanche a Catania e Genova, per dire.

Ora che abbiamo la bambina poi, il nostro turismo è limitato alle spiagge liguri e romagnole. Ho pensato spesso ad organizzare gite anche in città a noi vicine, ma ho sempre desistito pensando che si sarebbe annoiata e che non avrebbe comunque apprezzato nulla delle cose viste, campogiochi a parte. Dunque, non viaggeremo mai più? Saremo costretti alla quasi totale immobilità turistica fino a che la piccola non raggiungerà almeno i 7/8 anni?

No, giammai. Ed è qui che entra scena quella che trovo una delle più belle iniziative degli ultimi anni: si chiama Italy for Kids ed è la casa editrice che racconta le città italiane ai bambini. “Le mappe, che storie!” è l’esclamazione che accompagna i percorsi urbani per piccoli esploratori e l’inizio dell’avventura imprenditoriale di Sara Dania e Donata Piva, che da sempre lavorano tra comunicazione, editoria e digitale. Convinte che come meta di viaggio kid – friendly non ci siano solo Londra, Parigi e New York e che i bambini amino le città che abitano, hanno ideato e realizzato la prima mappa di Milano per i bambini, già disponibile in libreria. La Mappa di Milano di ItalyForKids, semplificata ma reale, permette di orientarsi alla scoperta della città con un approccio giocoso e divertente. Le illustrazioni di Mattia Cerato ricreano il paesaggio fatto di palazzi, tram, fontanelle, mercati, navigli, stazioni, grattacieli. La città è abitata da adulti, bambini e da personaggi famosi che faranno sorridere anche i più grandi. Ci sono anche animali in città: cavalli, pesci, ranocchi e i più attenti capiranno perché.  Il retro della mappa è un “campo di gioco” per intrattenere i bambini: scopri le differenze, unisci i puntini, labirinti, trova l’intruso… La confezione – pratica e tascabile – comprende anche adesivi da utilizzare sulla mappa stessa per personalizzare l’esperienza vissuta. Cioè, gli adesivi, capite la bellezza e la genialità della cosa?? Si risolve l’annoso problema del come ti intrattengo il bambino mentre pranziamo al ristorante. Genie. La mappa – in italiano e inglese – contiene indicazioni sui Musei preferiti dai bambini e una selezione di 10 cose da fare per cercare l’avventura anche tra le vie di una città come Milano.

Italy for Kids mappa

Dettaglio_MappaMilano

Ad esempio, si può giocare a “Trova il Biscione” scrutando i palazzi del Centro, oppure meravigliarsi per l’eco perfetto tra le volte della Loggia di Piazza Mercanti. Lentee, una lente di ingrandimento, e Pun.Tina, una puntina, sono i due personaggi protagonisti dei percorsi urbani pensati da Italy For Kids.

Adoro, totalmente. E non vedo l’ora di metterla nelle mani della piccola per la nostra prossima gita milanese.

Per maggiori informazioni visitate il sito web

www.italyforkids.net

o la pagina Facebook

www.facebook.com/italyforkids