Mi capita spesso di guardare mia figlia e chiedermi a cosa stia pensando e come si senta. Vorrei poterle chiedere se è serena o se qualcosa la turba, ma forse è ancora troppo piccola per potermi rispondere in modo completo e soprattutto senza lasciarsi influenzare dalla mia domanda e dai miei toni. Vorrei chiederle cosa pensa di me e suo padre, come ci vede, cosa percepisce dei nostri caratteri e dei nostri atteggiamenti.Vorrei chiederle se secondo lei siamo dei bravi genitori. Credo siano domande che tutti i genitori si fanno perché, dai, chi non vorrebbe sapere cosa passa per la testa e per il cuore del proprio figlio?

Poi basta una giornata normale, passata insieme senza orari, senza pretese, senza programmi, senza telefoni o computer,

bambina felice

bambina felice

e la risposta viene da sé, davanti ad una cena che sa di colazione.

cena

“Cosa c’è Anita? Perché hai quel sorriso grande?”

“Niente mamma, sono solo felice”.

E quindi la risposta è sì, siamo dei bravi genitori.