Sono giorni, settimane, di nuovi pensieri, di tentativi di discorsi sensati con un inizio e una fine, di nuove parole e di affermazioni di indipendenza. La piccola di casa sta crescendo e ce lo dimostra ogni giorno in ogni momento.

Mattina

“Anita, vieni a lavarti”

“Uffa mamma, come sei pesante, io non ce la posso più fare con te!”

Pomeriggio

“Amore, cosa avete fatto oggi all’asilo?”

“Oggi c’era il pompiere e c’erano il cane Briciola e il bambino Filippo che si sentivano strozzati sul letto del castello più alto del mondo. Poi è arrivato il papà e gli ha detto no no no. Hai capito mamma?”

“Ehm, certo!”

oppure

“Amore cosa c’era oggi da mangiare all’asilo?”

“La pasta rosa, la cacca e le caccole!”

Sera

“Ehi mamma e papà, volete giocare con me?”

Se proprio dobbiamo Certo amore, a cosa giochiamo?”

“Al campeggio! Io faccio la principessa, tu la matrigna e tu il cacciatore che vanno in campeggio.”

“Uh, bello.”

“Si, il campeggio è bellissimo, si possono anche fare le scoregge!”

 

Lei, la principessa.

principessa