Da quando guadagno pochissimo ho dovuto rivedere un po’ il mio bilancio personale e modificare alcune mie abitudini. Uno dei settori che ha subito i tagli maggiori è stato quello dell’estetica: prima andavo dall’estetista almeno una volta al mese per ceretta completa e un paio di volte all’anno mi concedevo un massaggio, ora ho detto addio al massaggio e faccio tutto in casa. Se all’inizio i risultati erano scarsi e dolorosi, oggi dopo svariati tentativi ho affinato la tecnica e trovato qualche trucchetto adatto a me.

Per prima cosa mi faccio un bello scrub tutte le settimane: dopo aver sperimentato alcune ricette trovate sul web, ho scelto lo scrub al caffè. Prepararlo è facilissimo: prendo dalla moka la polvere del caffè che ho bevuto al mattino, la metto in una tazza o su un piattino e la mischio con un cucchiaino di miele. Quello che ottengo è  un composto fluido da spalmare sul corpo con movimenti circolari. Dopo qualche minuto di frizione risciacquo abbondantemente e mi godo la morbidezza della mia nuova pelle. La doccia odora come una torrefazione ed è tempestata di puntini neri ma vi assicuro che ne vale la pena.

Per la depilazione uso metodi differenti a seconda delle varie parti del corpo: rasoio Gillette dal ginocchio in giù e per le ascelle, epilatore elettrico Rowenta AquaPerfectcera a caldo per la coscia NaturaVerde, crema depilatoria per l’inguine, strisce depilatorie per i baffetti. Sì, nel mio bagno il reparto depilazione occupa parecchio spazio. No, non mi piace depilarmi così ma si fa di necessità virtù.

Ogni metodo ha i suoi pro e i suoi contro e non tutti vanno bene indistintamente per tutte le parti del corpo: non azzardatevi ad usare l’epilatore elettrico sui baffetti o la crema sotto le ascelle, il dolore è assicurato e il risultato non è garantito.

Perché ho scritto questo post totalmente al di fuori dai miei schemi e dalle mie abitudini scrittorie? Perché il primo passo per risolvere un problema è ammettere di avere un problema e il mio problema, in questo caso, è che non ne posso più!

Vi prego, ridatemi l’estetista, anche quella cinica va bene!

estetista

 

Aggiornamento 14/11/2013

Questa mattina mi è stato fatto notare che questo post sembra una marchetta poiché ho linkato soltanto l’epilatore Rowenta e non gli altri prodotti citati o mostrati in foto. Mi scuso con chi di voi ha recepito questo post come una marchetta, non era mia intenzione. Tra le mie parole non c’era alcun tentativo di pubblicizzare un prodotto piuttosto che un altro e non ho ricevuto nulla, denaro o prodotti, dalle aziende mostrate. L’epilatore l’ho acquistato personalmente a febbraio del 2012 presso la Mediaworld di Piacenza pagandolo circa 90 euro. Se fossi furba avrei conservato lo scontrino, valido come garanzia, e ve lo mostrerei, ma siccome sono sbadata e poco sgamata lo scontrino l’ho buttato, così se mi si rompe il coso ce l’ho pure in quel posto. Ecco, questo è quanto ho da dire sulla questione marchetta alla Rowenta.

Ricordo ai lettori che questo blog è ADV Pro e che ogni volta che pubblico un post sponsorizzato lo dico e se non lo dico, lo faccio capire molto bene.