Siccome ormai oggi mi sono incazzata e ce l’ho con le questioni di principio, vi mollo anche questo post un bel po’ polemico.

Come sapete, perché ve l’ho detto io più volte, sto partecipando al contest di Grazia, Blogger We Want You, dove in palio c’è la possibilità di diventare blogger per Grazia.
Ho deciso di partecipare per mettermi alla prova, per mettermi a confronto con altre blogger e per darmi una possibilità, per vedere di riuscire a dare più spazio alla mia passione per la scrittura.
Dopo una qualche difficoltà iniziale, eccomi ammessa al contest.
Immediatamente vado a curiosare gli altri blog ed immediatamente noto alcune cose che non mi piacciono. Troppi blog simili tra loro, troppe macchine fotografiche nelle foto del profilo, roba che se non ti metti dietro una Reflex non sei nessuno. Non importa che fotografi solo il tuo gatto mentre beve, dorme, caga, gioca, si lecca, non importa se non sai sfruttare la luce, hai una Reflex quindi sei una blogger, e di quelle fighe.
In una percentuale troppo alta di blog ammessi, l’italiano viene tenuto poco in considerazione, abbandonato per linguaggi che potranno essere si alternativi, ma che non possono comunque prescindere dalla conoscenza di quelle due o tre regole base della grammatica.
Comunque, chi sono io per giudicare? Nessuno.
Posso però esprimere un’opinione, fino a prova contraria.
La mia opinione è che se tu, testata giornalistica, decidi di aprire un contest per blogger, non puoi accettare innumerevoli fashion blog e non accettare questo blog. Raramente mi spendo per una causa che non sia mia, ma questa volta non posso non dire nulla. 

Bella di giorno per caso è il nome del blog, Bella è come la chiamiamo noi che la leggiamo. L’ho scoperta non molto tempo fa, leggendo per caso un suo tweet ri-tweettato da altri. In un solo giorno mi sono letta l’80% dei suoi post.
Bella è una escort. Fa paura è? All’inizio si, perché all’inizio tutti facciamo caso al fatto che è la prima volta che interagiamo con una puttana. Anch’io è, poi mi sono ricordata che anche una mia vicina di casa è una escort e ho fatto spallucce. Niente di nuovo insomma. 
Comunque, Bella è una blogger con i controcazzi e, anche se non me lo sarei aspettato da lei, si è iscritta al contest di Grazia.

Indovinate un po’???? NON E’ STATA ACCETTATA!
Ma dai, credevate il contrario??? Io si, per un po’ ci ho creduto, ho sopravvalutato la qualità del contest e la rispettabilità della testata giornalistica ed ho creduto fermamente che il blog di Bella dovesse stare tra quelle facce sorridenti. Perché? Perché una delle categorie del contest si chiama LIFESTYLE, ed è la categoria dove ci sta un po’ tutto, dove ci stanno i blog che non hanno un’identità ancora ben definita, infatti ci sta anche il mio.
Ma se vogliamo parlare realmente di Lifestyle, cioè di stile di vita, nessun blog si merita di rientrare in questa categoria più di Bella di giorno per caso.
Lei racconta uno stile di vita, racconta di un lavoro che a volte può anche essere scelto, racconta di un lavoro che può anche essere vissuto e non solo subito. Bella racconta di se e lo fa in modo limpido, schietto e pulito.
Se la redazione di Grazia si fosse fermata qualche minuto in più a leggere il suo blog, avrebbe scoperto che la maggior parte dei suoi post non parlano del lavoro che fa e non contengono la parola puttana. Dentro a questo blog c’è un amore, sofferto e desiderato, un amore che aveva tutte le carte in regola sia per crescere che per finire, come tutti gli amori nati e vissuti in modo sincero.
Dentro al blog di Bella ci sono tanta educazione e tanto rispetto, c’è la vita, raccontata con eleganza e con un corretto uso della lingua italiana.
Bella scrive benissimo, davvero.

Bella comunque non è stata accettata, ma se ne è già fatta una ragione, perché lei è più intelligente. Quello di cui non ci si capacita e che lascia un po’ allibiti, è che Grazia non dia nessuna spiegazione al rifiuto anzi, ancora peggio, non risponde nemmeno alle mail in cui Bella ha chiesto lumi.

Secondo me, una testata che si rispetti non può comportarsi così.
Va beh che il giornalismo italiano, come tante altre cose, è a puttane, ma a questo livello manca proprio di educazione.

Ecco, questa è la mia polemica e l’ho fatta perché mi rode dentro da una settimana. Non mi toglierò dal contest di Grazia perché ormai ci sono e perchè è giusto portare avanti una cosa in cui all’inizio ho creduto, quello che farò sarà non chiedere più voti. Non vi stresserò più con link al sito, non vi chiederò più click sul cuoricino e non vi implorerò di fare spam con amici e parenti.
Votatemi soltanto se vi piaccio e se credete che davvero questo contest valga la pena.